PRODUZIONE CEMENTO

Il clinker è successivamente co-macinato finemente con di solfato di calcio (in adeguate proporzioni), per controllare le velocità delle reazioni di idratazione, e con gli altri costituenti che caratterizzano le prestazioni dei cementi in proporzioni e tipologie definite nelle norme tecniche di prodotto.

La EN 197-1 definisce le tipologie dei costituenti utilizzabili nella produzione dei cementi, sia in termini di caratteristiche chimico-fisiche che relativamente alla loro origine, sia naturale che derivante da processi di produzione industriali.

Oltre ai costituenti principali, nella formulazione dei cementi possono essere utilizzati costituenti secondari in ragione massimo del 5 % che possono essere o minerali di origine naturale o materiali inorganici derivanti esclusivamente dal ciclo di produzione del clinker (es. polveri eletofiltri).

In relazione alla disponibilità delle materie prime, i costituenti utilizzati nella produzione di cemento sono essenzialmente: calcare (LL, L), loppa granulata d’altoforno (S), pozzolana naturale (P), cenere volante silicea (V).